Epistolario  |  Indici  |  Cerca nell'epistolario    

< <

Lettera di Lombroso a Luzzatti in cui protesta per la nomina extraconcorsuale di [Ravaglia] alla cattedra modenese di Medicina legale


Segnatura
Archivio Luzzatti, Sezione 1, Corrispondenza, Lombroso Cesare 10

Istituto di conservazione
Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti, Venezia

Luogo e data
Torino, 11/11/1897

Mittenti
Lombroso, Cesare

Destinatari
Luzzatti, Luigi (Economista, politico e presidente del consiglio veneziano)

Citati
Codronchi Argeli, Giovanni jr (Politico e ministro imolese)
Ravaglia, Giovanni (Medico legale emiliano)

Consistenza
1 foglio

Lingua
Italiano

Contenuto
Lombroso scrive a Luzzatti, adirato per l'annullamento del concorso per la cattedra di Medicina legale a Modena. "Il Codronchi non solo ha annullato il concorso in cui giovani valorosi hanno lavorato strenuamente sottoponendosi perfino a un esame, ma ha nominato a straordinario, noti, e non incaricato, uno, non richiesto dalla facoltà, che fu più volte dichiarato ineleggibile o con ultimi punti, che da molti anni non ha mai pubblicato più nulla e che non ha il più leggero valore scientifico, un certo Ravaglia". "Io capisco che si fosse differito e rimandato il concorso; ma una volta fattolo, e compromessisi tanti è una vera atroce ingiustizia, questa di nominare chi non ha concorso, non si espose – non faticò, nulla pubblicò!" "Per che cosa lavoreranno sul serio i giovani quando si vedano questo genere di premi" "Ma almeno l’avessi saputo!"

Note
Per gentile concessione dell'Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti, Venezia
Immagine 1 di 1   [vedi con zoom abilitato]  [gallery]
inizio            fine