Epistolario  |  Indici  |  Cerca nell'epistolario    

< <

Lettera di Lombroso ad Amelia Levi in cui invita Luzzatti a Torino e invia saluti e auguri alla sua famiglia


Segnatura
Archivio Luzzatti, Sezione 1, Corrispondenza, Lombroso Cesare 13

Istituto di conservazione
Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti, Venezia

Luogo e data
Torino, 28/12/1904

Mittenti
Lombroso, Cesare

Destinatari
Levi, Amelia (Moglie di Luzzatti, cugina di Lombroso)

Citati
De Benedetti, Nina (Moglie di Cesare Lombroso)
Della Vida Levi, Adele (Educatrice veneziana, zia di Lombroso)
Lombroso, Cesare
Luzzatti, Aldo (Figlio di Luigi e Amelia Luzzatti)
Luzzatti, Gino (Figlio di Luigi e Amelia Luzzatti)
Luzzatti, Luigi (Economista, politico e presidente del consiglio veneziano)

Consistenza
1 foglio

Lingua
Italiano

Contenuto
Lombroso prega Amelia Levi di mandargli notizie sul marito Luzzatti. "Io affetto da 17 malattie e 1/2 più quell’incurabile dell’età non ho paura delle sue bizze [...]: ma egoisticamente temo che intanto [Luzzatti] ritarderà il suo avvento qui: dove tanto t’aspettiamo: ed io, prima degli altri, in casa mia. Perciò tu [ricordaglielo] da moglie e anche per pregarti di salutarmi lui e i due cari figli ch’ebbi il piacere di conoscere ed ammirare e la cara Adele a cui rinnovogli auguri – in questo giorno augurale anzi se mi resta dieci minuti dille che le scriverò". Invia saluti anche da Gina e Nina Lombroso

Note
Per gentile concessione dell'Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti, Venezia
Immagine 1 di 2   [vedi con zoom abilitato]  [gallery]
inizio            fine