Epistolario  |  Indici  |  Cerca nell'epistolario    

< <

Cartolina postale di Lombroso a Rapisardi in cui si congratula per la "Giustizia"


Segnatura
Fondo Biblioteca, Museo Rapisardi, Lettere e Carteggi, Lombroso Cesare 16/2, 1883

Istituto di conservazione
Biblioteche Riunite "Civica e A. Ursino Recupero", Catania

Luogo e data
Torino, 31/03/1883

Mittenti
Lombroso, Cesare

Destinatari
Rapisardi, Mario (Poeta e letterato catanese)

Citati
Vittorio Emanuele II (Re d'Italia)

Consistenza
1 foglio

Lingua
Italiano

Contenuto
Lombroso si congratula con Rapisardi per La Giustizia. "Ho gustato i suoi versi potenti che dovrebbero scotere i miserabili. Ma pur troppo troverÓ una corazza di adipe o di apatia che resisterebbe a qualunque cozzo". Condivide particolarmente la "sua tirata contro i monumenti": "Ormai non siam ricchi che di quelli - e Verona, il mio paese, creda, lagrima per gli inondati e poi s'inaugura un monumento a V[ittorio] E[manuele II] e un altro grosso ai suoi salvatori - e non ha eretto i ponti per mancanza di denari". Lo esorta a criticare anche ferrovie e opere pubbliche "senza scopo", dotate di gravi ricadute sulle finanze pubbliche

Note
Per gentile concessione della Biblioteca Civica Ursino e Recupero, Catania
Immagine 2 di 2   [vedi con zoom abilitato]  [gallery]
inizio            fine