Epistolario  |  Indici  |  Cerca nell'epistolario    

< <

Lettera di Lombroso a Strobel in cui si congratula per un'opera che discute e lo informa di un lutto a Pavia


Segnatura
Archivio Micheli-Mariotti, Carteggio Strobel, IV, n. 247081

Istituto di conservazione
Biblioteca Palatina - Complesso Monumentale della Pilotta, Parma

Luogo e data
Pavia, 05/12/1864

Note alla datazione
La data è desunta dal timbro postale
Mittenti
Lombroso, Cesare

Destinatari
Strobel, Pellegrino (Naturalista e paletnologo lombardo, docente all'Università di Parma)

Citati
Biffi, Serafino (Psichiatra milanese, direttore del manicomio privato "Villa Dosso" di Monza)
Mantegazza, Costanza (Sorella di Paolo, moglie del botanico Giuseppe Gibelli)
Mantegazza, Paolo (Medico e antropologo monzese)
Nicolucci, Giustiniano (Professore di Antropologia presso l'Università di Napoli)
Vegezzi Ruscalla, Giovenale (Linguista, etnografo e pubblicista piemontese)
[Demme]
[Trayon]

Consistenza
1 foglio

Lingua
Italiano

Contenuto
Lombroso ringrazia Strobel del "2o dono" e gli comunica di aver spedito a Vegezzi "l'altro fascicolo". Dichiara di "[essersi] deliziosamente goduto il [suo] bel volume così gravido di fatti e così curiosi - e sorpresi con tanto acume"; che fosse fra i massimi "indagatori" lo dimostra la "finezza acuta e creatrice con cui da un piccolo ossicino o da un coccio [ha ricostruito] un nuovo popolo". Esprime particolare gradimento per il "meraviglioso" capitolo sulle arti e le relazioni commerciali. Si mostra sorpreso per il mancato rinvenimento di reperti relativi alla navigazione; formula un'ipotesi sulla "piccolezza della statura" di alcune popolazioni dell'area marina, riconducendola all'influenza dell'ambiente di vita. "Tutte le popolazioni che vivono in mezzo a paludi sono di razza piccola come in Calabria - a Grosseto - nel Piano di Spagna (a Colico) - in Sardegna - e ciò indipendentemente dalla razza. Ciò spiegherebbe anche perché piccoli siano gli animali domestici". Prosegue, informandolo del suicidio di un collega, che forse era noto anche a lui: "Quanto la scienza perdette in lui e per lui. Davvero non saprei se egli l’abbia più onorata col suo ingegno o disonorata colle sue pensate". Informa Strobel sulle vicende di alcuni amici e conoscenti comuni

Note
Per gentile concessione del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo - Complesso Monumentale della Pilotta, Biblioteca Palatina, Parma
Immagine 1 di 3   [vedi con zoom abilitato]  [gallery]
inizio            fine