Epistolario  |  Indici  |  Cerca nell'epistolario    

< <

Lettera di Lombroso a Biffi che ringrazia per l'invio di un opuscolo


Segnatura
Manoscritti Righi, 619/90.10

Istituto di conservazione
Biblioteca Civica di Verona

Luogo e data
Vienna, 25/02/1856

[dato attribuito]

Mittenti
Lombroso, Cesare

Destinatari
Biffi, Antonio (Chimico milanese, fratello di Serafino)

Citati
Balsamo Crivelli, Giuseppe (Medico e naturalista lombardo)
Folperti, Carlo (Politico pavese)
Garovaglio, Santo (Naturalista e botanico comasco)
Righi, Ettore Scipione (Avvocato e letterato veronese, confidente di Cesare Lombroso)
Strobel, Pellegrino (Naturalista e paletnologo lombardo, docente all'Università di Parma)

Consistenza
1 foglio

Lingua
Italiano

Contenuto
Lombroso ringrazia Biffi dell'invio di una "operetta", la cui lettura gli aveva procurato "gioja". Il suo giudizio era confermato dalle scoperte contenute: "Un amido nuovo per me basta per caratterizzare il genio in un Chimico, come un’idea nuova in un filosofo, un nuovo trattamento in un Medico". Lo prega di consegnare delle lettere ad alcuni docenti e di ringraziare Strobel per l'aiuto ricevuto nella stesura di una relazione

Note contenuto
L'opuscolo di Biffi è probabilmente "Delle sostanze amidate in generale e di alcuni amidi nuovi", Milano, Bernardoni 1855

Note
Per gentile concessione della Biblioteca Civica di Verona
Immagine 1 di 3   [vedi con zoom abilitato]  [gallery]
inizio            fine