Epistolario  |  Indici  |  Cerca nell'epistolario    

< <

Lettera di Lombroso a Moleschott in cui informa sui propri tentativi di trovare un editore per la traduzione italiana del "Kreislauf des Lebens"


Segnatura
Fondo Moleschott, Corrispondenza ricevuta da Jacob Moleschott, busta 15, fasc. 37

Istituto di conservazione
Biblioteca Comunale dell'Archiginnasio, Bologna

Luogo e data
Pavia, 04/01/1863

Mittenti
Lombroso, Cesare

Destinatari
Moleschott, Jacob (Fisiologo olandese)

Citati
Fambri, Paulo (Scrittore, giornalista e politico veneziano)
Gorresio, Gaspare (Glottologo, indologo e bibliotecario piemontese)
Marzolo, Paolo (Medico e linguista padovano)
Strecker, Sophie (Moglie di Moleschott)

Consistenza
1 foglio

Lingua
Italiano

Contenuto
Lombroso ringrazia Moleschott del "prezioso dono" ricevuto a inizio anno. Informa dei propri tentativi di trovare un editore per la traduzione del Kreislauf des Lebens: Fambri e altri, a Firenze, gli avevano assicurato "che qualche rivista di laggiù assumerebbe la stampa della fortunosa traduzione", mentre la "società dei liberi pensatori" di Milano sembrava "lavorare più di parole che di fatti". Esprime un'opinione favorevole sulla traduzione francese, opera di "un traduttore degno dell'autore - un traduttore non traditore". Informa che Marzolo, poiché privo di copie, non può spedirgli i fascicoli dei Monumenti e "teme che l'opera sua a Torino non verrà mai stante la mala prevenzione che ha contro di lui il Gorresio - prete e prete vero, e di giunta filologo non psicologo - che vede in lui quello che i legittimisti delle scienze naturali vedono in [Moleschott] - il campione della nuova era". Invia saluti a familiari

Note
Per gentile concessione della Biblioteca Comunale dell'Archiginnasio, Bologna. Il carteggio Lombroso-Moleschott è pubblicato in M.L. Patrizi, "Addizioni al «dopo Lombroso». Ancora sulla monogenesi psicologica del delitto", Roma-Milano-Napoli, Società editrice libraria 1930
Immagine 1 di 2   [vedi con zoom abilitato]  [gallery]
inizio            fine