Epistolario  |  Indici  |  Cerca nell'epistolario    

< <

Lettera di Lombroso a Moleschott a cui raccomanda un amico d'infanzia


Segnatura
Fondo Moleschott, Corrispondenza ricevuta da Jacob Moleschott, busta 15, fasc. 37

Istituto di conservazione
Biblioteca Comunale dell'Archiginnasio, Bologna

Luogo e data
Genova, 29/09/1863

Mittenti
Lombroso, Cesare

Destinatari
Moleschott, Jacob (Fisiologo olandese)

Citati
Jung (Signore)
Levi, David (Giurista, letterato e politico chierese, zio di Lombroso)
Strecker, Sophie (Moglie di Moleschott)
[Cortesi]

Consistenza
1 foglio

Lingua
Italiano

Contenuto
Lombroso presenta a Moleschott un "amico d'infanzia", di cui avrebbe potuto anch'egli apprezzare il "fare lieto e sereno" e la "mente vivacissima", evidente in alcune pubblicazioni. Comunica di aver trascorso "quattro tristi mesi nelle Calabrie", e di essere precipitato in condizioni di apatia. Invia saluti per comuni conoscenti e amici

Note
Per gentile concessione della Biblioteca Comunale dell'Archiginnasio, Bologna. Il carteggio Lombroso-Moleschott č pubblicato in M.L. Patrizi, "Addizioni al «dopo Lombroso». Ancora sulla monogenesi psicologica del delitto", Roma-Milano-Napoli, Societą editrice libraria 1930
Immagine 1 di 2   [vedi con zoom abilitato]  [gallery]
inizio            fine