Epistolario  |  Indici  |  Cerca nell'epistolario    

< <

Lettera di Lombroso a Protonotari in cui lo prega di rispedirgli il manoscritto di un articolo sulla pellagra


Segnatura
Carteggi vari, cass. 136, n. 182

Istituto di conservazione
Biblioteca Nazionale Centrale, Firenze

Luogo e data
Pavia, 18/03/1872

Mittenti
Lombroso, Cesare

Destinatari
Protonotari, Francesco (Economista romagnolo, fondatore della «Nuova Antologia»)

Citati
Teza, Emilio (Letterato, storico e linguista veneziano)

Consistenza
1 foglio

Lingua
Italiano

Contenuto
Lombroso scrive a Protonotari, ricordandogli di aver ricevuto mesi prima da Teza un suo articolo sulla pellagra. Il testo tentava di "popolarizzare alcuni lunghi e frustranti studi esperimentali e clinici su quel malore che guasta le nostre campagne - studii che raccolti in un pesante e nojoso volume non sono conosciuti che dai dotti [stranieri]". Dichiara di non averne desiderato la pubblicazione nella «Nuova Antologia» "per la povera, e del resto contrita, gloriucola", bensì "per poter diffondere nelle classi colte d'Italia quelle nozioni che per essere veramente utili han proprio il bisogno d'esser diffuse per tutti". Temendo però che l'articolo fosse stato respinto, lo prega di rispedirglielo a sue spese a Pavia o, dopo il 25 marzo, a Pesaro


Note
Per gentile concessione del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo - Biblioteca Nazionale Centrale, Firenze
Immagine 1 di 2   [vedi con zoom abilitato]  [gallery]
inizio            fine