Epistolario  |  Indici  |  Cerca nell'epistolario    

< <

Lettera di Lombroso a Golgi in cui ringrazia per l'invio di un'opera


Segnatura
Archivio, Fondo Veratti, Scatola 4, Gruppo VII/1, L

Istituto di conservazione
Museo per la Storia dell'Università degli Studi di Pavia, Pavia

Luogo e data
Torino, 21/05/1882

Mittenti
Lombroso, Cesare

Destinatari
Golgi, Camillo (Patologo e professore all'Università di Pavia, premio Nobel per la Medicina nel 1906)

Citati
Bollini
Corradi, Alfonso (Patologo e docente dell'Ateneo pavese)
Fano, Giulio (Fisiologo e professore presso l'Università di Genova)

Consistenza
1 foglio

Lingua
Italiano

Contenuto
Lombroso ringrazia Golgi per lo "splendido dono che onora l'Italia in [lui]". "Veramente ho la vergogna di non poter corrispondere che a parole - ho la vergogna che gli anni e l'inettitudine organica non mi permettono intravvedere tutta la bellezza. Sicché lo leggo come un satirico che leggesse un bel romanzo francese - sapendo solo... il milanese". "Ma ne so abbastanza per comprendere l'opera gigantesca ed... ammirevole". Invia i propri saluti alla moglie e ad alcuni colleghi. Nel poscritto, chiede notizie su di un collega che non aveva risposto a un suo biglietto

Note contenuto
Sembra probabile che l'opera a cui allude Lombroso sia la golgiana "Sulla fine anatomia degli organi centrali del sistema nervoso", uscito in due volumi nel 1882 e 1883

Note
Per gentile concessione del Museo per la Storia dell'Università di Pavia
Immagine 1 di 2   [vedi con zoom abilitato]  [gallery]
inizio            fine