Epistolario  |  Indici  |  Cerca nell'epistolario    

< <

Lettera di Enrico Ferri a Cesare Lombroso in cui lo informa del proprio incontro con Chervin, il quale non ha letto "L'uomo delinquente" poiché non l'ha ricevuto, ma ha scritto un sunto di "Pensiero e meteore" che invia al professore per un parere poiché intende pubblicarlo nella «Revue d'anthropologie»; scrive inoltre dei propri studi statistici sui delitti e del concorso per l'insegnamento


Segnatura
IT SMAUT Ferrero/CL. 32

Istituto di conservazione
Museo di antropologia criminale "Cesare Lombroso" - Università di Torino

Luogo e data
Parigi, 27/03/1879

Mittenti
Ferri, Enrico (Giurista, sociologo e politico mantovano, allievo prediletto di Lombroso)

Destinatari
Lombroso, Cesare

Citati
Bodio, Luigi (Economista, statistico e funzionario ministeriale milanese)
Cavaglià, Enrico (Avvocato e giurista)
Chervin, Arthur (Medico e antropologo)
Despine, Prosper (Psichiatra francese)
Dumolard, Pompeo (Editore milanese)
Messedaglia, Angelo (Statistico e accademico veronese)
Ribot, Théodule-Armand
Segré, Claudio (Ingegnere minerario)
Turati, Filippo (Giornalista e politico socialista lombardo)

Consistenza
2 fogli

Lingua
Italiano

Note
Il secondo foglio presenta un margine strappato
Immagine 1 di 5   [vedi con zoom abilitato]  [gallery]
inizio            fine