Epistolario  |  Indici  |  Cerca nell'epistolario    

< <

Lettera di Enrico Ferri a Cesare Lombroso cui scrive di essere "in completa rivoluzione di idee e di studi" e che intravvede "le non avvertite relazioni tra il diritto penale e la sociologia"; lo informa di aver intenzione di trasferirsi a Torino per poter lavorare con lui e lo ringrazia per il consiglio di inviare il suo libro a Mattirolo e Bianchi; aggiunge di voler scrivere un articolo sullo stato della scienza criminale in Italia, di essere in attesa dell'uscita di alcuni articoli e che gli invierà copia della «Revue philosophique» in cui si parla di lui


Segnatura
IT SMAUT Carrara/CL. - Ferri, Enrico_07

Istituto di conservazione
Museo di antropologia criminale "Cesare Lombroso" - Università di Torino

Luogo e data
Parigi, 20/01/1879

Mittenti
Ferri, Enrico (Giurista, sociologo e politico mantovano, allievo prediletto di Lombroso)

Destinatari
Lombroso, Cesare

Citati
Bianchi
Canonico, Tancredi (Giurista)
Holtzendorff, Franz von (Giurista e criminologo tedesco)
Lazzaretti, Davide (Predicatore)
Manini, Angelo (padre), Secondo e Filippo (figli), detti "banda Manini" (Repubblicani emiliani)
Mattirolo, Luigi (Giurista)
Maury, Alfred (Medico, erudito e accademico francese)
Passannante, Giovanni (Anarchico)
Segré, Claudio (Ingegnere minerario)

Consistenza
2 fogli

Lingua
Italiano
Immagine 1 di 5   [vedi con zoom abilitato]  [gallery]
inizio            fine