Epistolario  |  Indici  |  Cerca nell'epistolario    

< <

Lettera di Enrico Ferri a Cesare Lombroso in cui lo informa della salute propria e della moglie Camilla Guarnieri. Scrive che vuol dedicarsi alla stesura de "L'omicidio", di aver visto il proprio articolo sul codice penale nella «Nuova antologia» e di non avere intenzione per ora di mettersi in politica. Aggiunge di non potergli mandare la sua difesa dei contadini che è a Roma, ma che può trovarla ristampata nel secondo volume dei "Processi celebri"


Segnatura
IT SMAUT Carrara/CL. - Ferri, Enrico_22

Istituto di conservazione
Museo di antropologia criminale "Cesare Lombroso" - Università di Torino

Luogo e data
Fiesole, 06/09/1889

Mittenti
Ferri, Enrico (Giurista, sociologo e politico mantovano, allievo prediletto di Lombroso)

Destinatari
Lombroso, Cesare

Citati
Guarnieri, Camilla detta Milla (Moglie di Enrico Ferri)
Mayor des Planches, Francesco Luigi Edmondo (Diplomatico, antropologo e pubblicista italiano)
Zanichelli, Cesare (Libraio e editore bolognese)

Consistenza
1 foglio

Lingua
Italiano

Note
La quarta pagina non è scritta
Immagine 1 di 2   [vedi con zoom abilitato]  [gallery]
inizio            fine