Epistolario  |  Indici  |  Cerca nell'epistolario    

< <

Lettera di Enrico Ferri a Cesare Lombroso con la quale lo aggiorna su un articolo relativo ad ospedali e manicomi che il Parlamento ha approvato; invia una bibliografia di Scipio Sighele ed uno studio di Castelli su un processo di Roma. Scrive che Napoleone Colajanni "si Ŕ ritirato dal campo per la facoltÓ di Catania o Messina", chiede al professore di dire ad [Alfredo] Frassati di inviargli la sua bibliografia, in modo da poterla aggiungere alla propria nella terza edizione de "I nuovi orizzonti del diritto e della procedura penale" e di dire a Giacomo Lerda che ha ricevuto i fogli stampati. Domanda notizie di Adolfo Zerboglio e lo informa che il Ministero ha incamerato 40 volumi di manoscritti della confraternita di S. Giovanni Decollato "sulle agonie dei giustiziati" e vuole farli studiare a [Giuseppe] Mariotti insieme ai 6000 corpi che si trovano al cimitero. Conclude con notizie della famiglia


Segnatura
IT SMAUT Carrara/CL. - Ferri, Enrico_60

Istituto di conservazione
Museo di antropologia criminale "Cesare Lombroso" - UniversitÓ di Torino

Luogo e data
Roma, 18 dicembre

Mittenti
Ferri, Enrico (Giurista, sociologo e politico mantovano, allievo prediletto di Lombroso)

Destinatari
Lombroso, Cesare

Citati
Amadei, Colomba (Madre di Enrico Ferri)
Brusa, Emilio (Professore di Diritto Penale all'UniversitÓ di Torino)
Castelli, Salvatore
Ferri, Gina (Figlia di Enrico Ferri)
Frassati, [Alfredo]
Guarnieri, Camilla detta Milla (Moglie di Enrico Ferri)
Majno, Luigi (Avvocato e politico)
Mariotti, [Giuseppe] (Medico)
Sighele, Scipio (Psicologo, sociologo e criminologo trentino)
Zerboglio, Adolfo

Consistenza
1 foglio

Lingua
Italiano
Immagine 1 di 3   [vedi con zoom abilitato]  [gallery]
inizio            fine