Epistolario  |  Indici  |  Cerca nell'epistolario    

< <

Lettera di Hans Kurella a Cesare Lombroso cui scrive di essere stato malato, ma di aver saputo con gioia che i propri sforzi per fare un'edizione degli "Studien über Entartung und Genie" hanno incontrato la sua approvazione. Gli comunica che l'editore Richter gli ha detto di essere gią in contatto coi Fratelli Bocca e Felix Alcan, di aver letto sul settimanale socialista «Neue Zeit» dell'edizione tedesca del "Delitto politico" e accenna al soggiorno di Paola Lombroso in Germania. Aggiunge che "Verbrecher und Verbrechen" di Havelock Ellis ha avuto "un'eco furiosa" su alcuni giornali e lui, che ne ha fatto la traduzione, č stato accusato di non meritare il posto di funzionario pubblico, ma afferma che sarebbe un onore essere licenziato per via delle sue idee criminologiche


Segnatura
IT SMAUT Carrara/CL. - Kurella, Hans_04

Istituto di conservazione
Museo di antropologia criminale "Cesare Lombroso" - Universitą di Torino

Luogo e data
Brieg, 16/11/1894

Mittenti
Kurella, Hans (Psichiatra tedesco, traduttore di Lombroso)

Destinatari
Lombroso, Cesare

Citati
Alcan, Felix (Editore)
Bebel, August Ferdinand (Politico tedesco)
Ellis, Havelock Henry (Medico, psicologo e scrittore britannico)
Fratelli Bocca (Editore)
Lombroso, Paola (Figlia di Cesare Lombroso)
Richter, J. F. (Editore in Amburgo)

Consistenza
1 foglio

Lingua
Francese
Immagine 1 di 3   [vedi con zoom abilitato]  [gallery]
inizio            fine