Epistolario  |  Indici  |  Cerca nell'epistolario    

< <

Lettera di Marzolo a Lombroso in cui lo informa in merito alla propria attività


Segnatura
Legato Cerù, b. 4-5-6, f. Marzolo

Istituto di conservazione
Archivio di Stato di Lucca

Luogo e data
Pisa, 14/07/1865

Mittenti
Marzolo, Paolo (Medico e linguista padovano)

Destinatari
Lombroso, Cesare

Citati
Carlo Alberto (Re di Savoia)
Daelli, Luigi detto Gino (Editore e tipografo con sede a Milano)
Gibelli, Giuseppe (Botanico e accademico lombardo, docente fra l'altro all'Università di Torino)
Lanza, Giovanni (Politico casalese, presidente del Consiglio fra il 1869 e il 1873)
Longet, Francois Achille (Fisiologo e anatomista francese)
Mantegazza, Paolo (Medico e antropologo monzese)
Vittorio Emanuele II (Re d'Italia)

Consistenza
1 foglio

Lingua
Italiano

Contenuto
Marzolo comunica a Lombroso di aver ricevuto, prima fra tutte, la sua lettera di congratulazioni per la nomina a cavaliere. Lo informa della rottura dei rapporti con Daelli e della crisi del «Politecnico», a cui avrebbe destinato, in caso di ripresa per opera di un altro editore, due "trattatelli"; lo prega, recandosi a Milano, di informarsi nel merito con la nuova direzione; auspica di poterlo visitare durante le prossime vacanze. Si compiace di uno scritto lombrosiano pubblicato nella «Gazzetta Medica Italiana» di Padova, in cui aveva "[battagliato] animoso contro il Professore medico paladino dell'anima". Lo informa di un miglioramento delle proprie condizioni di salute

Note
Per gentile concessione del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo - Archivio di Stato di Lucca
Immagine 1 di 2   [vedi con zoom abilitato]  [gallery]
inizio            fine