Epistolario  |  Indici  |  Cerca nell'epistolario    

< <

Lettera di Lombroso a Dossi in cui ringrazia per l'invio del ritratto e gli dà istruzioni per la consegna di uno studio per l'«Archivio di Psichiatria»


Segnatura
Archivio Pisani Dossi, s. Alberto Pisani, cart. G-6-c, corrispondenza, b. Lombroso

Istituto di conservazione
Famiglia Reverdini Pisani Dossi, Dosso Pisani, Cardina (Como)

Luogo e data
Torino, 12/07/1882

Mittenti
Lombroso, Cesare

Destinatari
Dossi, Carlo (Scrittore e diplomatico lombardo)

Citati
Colajanni, Napoleone (Sociologo, criminologo e politico siciliano)
Jacini, Stefano (Politico ed economista lombardo)
Levi, Primo detto l'Italico (Giornalista e scrittore ferrarese, direttore de «La Riforma»)
Morpurgo, Emilio (Statistico, accademico e politico italiano)
Perelli, Luigi (Amico e collaboratore di Dossi)

Consistenza
1 foglio e una busta

Lingua
Italiano

Contenuto
Lombroso ringrazia Dossi per l'invio del ritratto, nuova cortesia che lo lasciava "come farfalla trastullata sul polline". Comunica di essere in attesa della sua comunicazione preventiva per la chiusura dell'«Archivio di Psichiatria»: "Ma non vorrei che si stancasse affrettando il lavoro mentale proprio con questo caldo. Perciò s'ella mi manda anche i fatti così crudi come sono - mi metterei a rabberciarli io". Lo prega di salutare Perelli e Levi, informando quest'ultimo che l'autore di un volume sul carattere dei contadini era realmente un contadino, "un giardiniere - di 45 anni circa"

Note
Per gentile concessione di Giosetta Pisani Dossi Reverdini. Si ringrazia Niccolò Reverdini, curatore dell'Archivio Pisani Dossi
Immagine 2 di 3   [vedi con zoom abilitato]  [gallery]
inizio            fine