Epistolario  |  Indici  |  Cerca nell'epistolario    

< <

Lettera di Lombroso a Dossi in cui lo ringrazia per l'invio di alcune fonti che avrebbero comprovato la follia degli autori, discutendo della pseudomonomania letteraria di uno di questi


Segnatura
Archivio Pisani Dossi, s. Alberto Pisani, cart. G-6-c, corrispondenza, b. Lombroso

Istituto di conservazione
Famiglia Reverdini Pisani Dossi, Dosso Pisani, Cardina (Como)

Luogo e data
Torino, 06/01/1877

[dato attribuito]

Note alla datazione
La data è desunta dal timbro postale sulla busta
Mittenti
Lombroso, Cesare

Destinatari
Dossi, Carlo (Scrittore e diplomatico lombardo)

Citati
[Luciano]

Consistenza
1 foglio e una busta

Lingua
Italiano

Contenuto
Lombroso ringrazia Dossi, che vuol "[farlo] passare di sorpresa in sorpresa colle sue cortesissime linee e coi suoi doni preziosi". Si duole di aver chiuso la stampa della terza edizione di Genio e follia: "avrei con quei doni potuto farci una curiosissima aggiunta, come già coi primi. Ella ha piena ragione e quel povero [Luciano] ha già passato la soglia di quel che si chiama pseudomonomane letterario e che si distingue dai pazzi letterari perché in questi la verve patologica fa le veci dell'estro e lascia irradiar bagliori [...] pur veri di luce - gli altri no". Lo informa che sta "ristudiando il problema dell'U. Delinquente, [e che ha], anche troppi materiali qui"; e che ha "mostrato a molti [propri] scolari la sua Colonia felice e la sua lettera"

Note
Per gentile concessione di Giosetta Pisani Dossi Reverdini. Si ringrazia Niccolò Reverdini, curatore dell'Archivio Pisani Dossi
Immagine 1 di 4   [vedi con zoom abilitato]  [gallery]
inizio            fine