Loading...


Epistolario  |  Indici  |  Cerca nell'epistolario    

Negri, Gaetano


Ente di conservazione Data Titolo
Museo di antropologia criminale "Cesare Lombroso" - UniversitÓ di Torino 99999999 Biglietto di Gaetano Negri a Cesare Lombroso in cui si dice onorato di scrivere un saggio sul libro di quest'ultimo, ma di non poterlo fare immediatamente
Museo di antropologia criminale "Cesare Lombroso" - UniversitÓ di Torino 18910617 17/06/1891 Lettera di Gaetano Negri a Cesare Lombroso relativa ad un discorso pronunciato in ambiente ostile (probabilmente si riferisce all'intervento in Senato sulla Triplice alleanza), per cui ringrazia Lombroso che, scrivendogli, gli ha invece dimostrato approvazione
Museo di antropologia criminale "Cesare Lombroso" - UniversitÓ di Torino 18910901 01/09/1891 Lettera di Gaetano Negri a Cesare Lombroso in accompagnamento al libro ["George Eliot. La sua vita e i suoi romanzi"] con ringraziamenti a Lombroso per l'interesse dimostrato verso l'opera
Museo di antropologia criminale "Cesare Lombroso" - UniversitÓ di Torino 18920906 06/09/1892 Lettera di Gaetano Negri a Cesare Lombroso in cui gli domanda se sia uno spiritista e gli scrive di credere ai fenomeni relativi all'ipnotismo, allo sdoppiamento di personalitÓ e alle allucinazioni, mentre ritiene che le sedute spiritiche non siano altro che un "gioco di prestigio"; aggiunge osservazioni su un proprio articolo sullo spiritismo, gli dice di volere partecipare ad una seduta spiritica in cui ci sia anche Lombroso e di essersi messo d'accordo con Chiaia per questo motivo
Museo di antropologia criminale "Cesare Lombroso" - UniversitÓ di Torino 18921103 03/11/1892 Minuta non autografa di lettera di [Cesare Lombroso] a [Gaetano Negri] con ringraziamenti per due volumi ricevuti e osservazioni sullo spiritismo in risposta alla lettera inviatagli da quest'ultimo il 6 settembre 1892
Museo di antropologia criminale "Cesare Lombroso" - UniversitÓ di Torino 18941225 25/12/1894 Lettera di Gaetano Negri a Cesare Lombroso in cui gli esprime le proprie opinioni sul rapporto tra genio e follia prendendo ad esempio i casi di [Goethe], Leonardo da Vinci, Galilei e Stuart Mill