Epistolario  |  Indici  |  Cerca nell'epistolario    

< <

Lettera di Lombroso a Barine in cui si congratula in tono scherzoso per i suoi studi, dichiarando di essersi occupato anch'egli del delitto negli animali


Segnatura
NAF 18345, Arvède Barine. Lettres reçues, VII, ff. 266-267

Istituto di conservazione
Bibliothèque Nationale de France, Parigi

Luogo e data
Torino, 07/09/1897

Mittenti
Lombroso, Cesare

Destinatari
Barine, Arvède (pseudonimo di Louise-Cécile Bouffé) (Storica, critica letteraria e giornalista parigina)

Citati
Alcan, Felix (Editore)
Büchner, Ludwig (Medico, fisiologo e naturalista tedesco)
Toulouse, Edouard (Psichiatra francese)

Consistenza
1 foglio

Lingua
Francese

Contenuto
Lombroso si congratula con Barine, dichiarandosi dubbioso, in ragione della virilità della sua scrittura e dei suoi studi, se fosse realmente una donna. La informa che le osservazioni sul furto fra le api, di cui gli aveva trasmesso notizia, non erano completamente nuove. Egli stesso aveva parlato del delitto fra gli animali nel primo volume dell'Homme criminel, di cui le avrebbe fatto spedire una copia: "Mais ce n'est qu'une observation relatée de l'ouvrage de Buechner Vie psychique des bêtes". Invia un articolo sul libro di Toulouse, pregandola di informarlo se avesse ricevuto copia dell'Homme de genie

Note
Per gentile concessione della Bibliothèque Nationale de France, Parigi
Immagine 1 di 3   [vedi con zoom abilitato]  [gallery]
inizio            fine