Epistolario  |  Indici  |  Cerca nell'epistolario    

< <

Lettera di Lombroso a Barine in cui la informa di averle spedito "Genio e degenerazione" in segno di gratitudine per l'ispirazione ricevuta


Segnatura
NAF 18345, Arvède Barine. Lettres reçues, VII, f. 270

Istituto di conservazione
Bibliothèque Nationale de France, Parigi

Luogo e data
Torino, 15/08/1898

Mittenti
Lombroso, Cesare

Destinatari
Barine, Arvède (pseudonimo di Louise-Cécile Bouffé) (Storica, critica letteraria e giornalista parigina)

Consistenza
1 foglio

Lingua
Francese

Contenuto
Lombroso informa Barine di averle inviato due copie di Genio e degenerazione. "J'ai pensé beaucoup à vous, en écrivant le livre; en plus je vous ai cité et plusieurs fois; et je vous considère comme un de mes plus vaillants compagnons d'armes". Comunica di aver riletto attentamente il suo libro, che precedentemente gli era noto attraverso gli estratti della «Revue des Deux Mondes», trovandovi alcune indicazioni nuove nei tratti comuni ai geni alienati da intossicazione: la frammentarietà, l'allucinazione e l'egocentrismo che rende le loro opere autobiografiche. Promette di occuparsene analiticamente in un'edizione successiva. "Vous avez fouillé aussi puissament dans l'ame de ces malheureux qu'il me semble de les avoir tout à fait à ma disposition comme dans une clinique"

Note
Per gentile concessione della Bibliothèque Nationale de France, Parigi
Immagine 1 di 2   [vedi con zoom abilitato]  [gallery]
inizio            fine