Epistolario  |  Indici  |  Cerca nell'epistolario    

< <

Lettera di Cortese a Lombroso in cui promette sostegno in vista al ventilato trasferimento a Torino e si congratula per la menzione onorevole conseguita al Concorso Riberi


Segnatura
Legato Cerù, b. 129, n. 101

Istituto di conservazione
Archivio di Stato di Lucca

Luogo e data
Torino, 15/02/1862

Mittenti
Cortese, Francesco (Medico e accademico trevigiano)

Destinatari
Lombroso, Cesare

Citati
Stromeyer, Louis (Medico e chirurgo militare tedesco)

Consistenza
1 foglio

Lingua
Italiano

Contenuto
Cortese comunica a Lombroso che il suo trasferimento a Torino, benché sostenuto dal Consiglio, sarebbe stato ritardato a causa della "penuria di personale subalterno". Promette che avrebbe tentato di affrettarlo, riuscendogli utile la "sua presenza" perché "occupato in qualche cosa che riguarda la Chirurgia militare". Si congratula per il conseguimento della menzione d'onore al Concorso Riberi, invitandolo, in vista della probabile stampa della sua relazione, a correggere un errore in merito al proprio pensiero sulla cura conservativa 

Note contenuto
Il destinatario, benché non altrimenti indicato, è probabilmente Lombroso. Nel 1861, la Fondazione Riberi aveva bandito un concorso destinato a premiare una ricerca sulle ferite da arma da fuoco, se fosse preferibile l'amputazione o la cura conservativa degli arti colpiti. Lombroso, allora ufficiale medico dell'Esercito italiano, vi partecipò: la sua "Memoria sulle amputazioni" fu appunto insignita di una "menzione onorevole" nel novembre di quell'anno, e pubblicata a puntate nel «Giornale di medicina militare» del 1862

Note
Per gentile concessione del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo - Archivio di Stato di Lucca
Immagine 1 di 1   [vedi con zoom abilitato]  [gallery]
inizio            fine